Il Kazakistan è forse il paese centroasiatico più conosciuto, meglio collegato al resto del mondo e dallo stile di vita più vicino a quello occidentale. Tuttavia viste le sue dimensioni, offre una variegata diversità di ambienti, il che lo rende ideale per un primo approccio a quel meraviglioso, ma anche folle, mondo che è l’Asia Centrale, nonostante sia uno dei paesi centroasiatici meno visitati.

In Kazakistan senza visto

Dal 2014, seppure a fasi alterne dovute soprattutto all’epidemia di Covid, per i cittadini italiani è possibile entrare in Kazakistan in regime di esenzione dal visto. verrà semplicemente apposto un timbro sul passaporto  che darà diritto a restare nel paese per 30 giorni, viene richiesta la compilazione di una carta di registrazione. Dal 2020 non è possibile uscire e rientrare dal Kazakistan a piacimento, ora il periodo massimo di permanenza è di 90 giorni nell’arco di sei mesi (fermo restando che ad ogni ingresso viene dato un permesso di 30 giorni). Resta comunque possibile rientare nel giorno stesso di uscita, anche in questo caso al rientro si potrà restare nel paese per 30 giorni. Da notare che in questo caso non viene richiesta una validità residua del passaporto pari a sei mesi, come avviene solitamente, ma basta che il passaporto sia valido per l’intera durata della tua permanenza.

Il visto kazako

Se invece hai bisogno di un visto dal 2017 questo può essere richiesto solo presso l’ambasciata competente per il paese in cui risiedi. Il visto turistico kazako parte dalla data da voi indicata nella richiesta, NON dal momento dell’effettivo ingresso nel paese. Con le nuove norme è stata prevista la casistica dell’overstay e può essere richiesta un’estensione del visto fino a 15 giorni.

Documenti necessari per il rilascio

  • passaporto in originale con scadenza non inferiore ai 6 mesi dalla vostra data di rientro richiesta sul visto. Il passaporto deve avere almeno 2 pagine libere consecutive;
  • 2 fotografie formato tessera, formato 35mm x 45 mm sfondo bianco;
  • Modulo consolare per la richiesta del visto compilato e firmato;
  • Lettrera d’invito quando necessaria.

Si consiglia comunque di verificare presso l’ambasciata kazaka le disposizioni più recenti.

Visto entrata singola e multipla 

Le nuove disposizioni hanno semplificato il regime dei visti. Ora sono previsti:

  • Visto entrata singola di 30 giorni, validità 90 giorni;
  • Visto entrata multipla con ingressi illimitati, max 30 giorni ad ingresso, validità 90 giorni.

Dal 2015 sarebbe entrata in vigore una disposizione per cui chiunque voglia richiedere un visto multiplo deve sostenere un colloquio con il console competente. Ma da ricerche recenti non si ha più traccia di questa norma. Verifica presso le autorità kazake.

Esiste anche la possibilità di richiedere visti di gruppo.

Visto di transito

Questo tipo di visto non turistico potrebbe essere utile per chi decida di viaggiare in Asia Centrale. Il visto di transito permette di restare in Kazakistan per un massimo di 5 giorni. Al momento della richiesta di questo visto l’ambasciata ti richiederà la prova che lascerai il paese entro la data prevista: biglietto aereo, ferroviario o il visto del paese successivo. ATTENZIONE: le date d’ingresso ed uscita sono rigide e vanno indicate al momento della richiesta. Il visto di transito può essere ad ingresso singolo (validità 90 giorni) oppure ad ingresso multiplo (5 giorni ad ogni ingresso, validità 180 giorni).

Conviene verificare presso le autorità competenti l’eventuale richiesta di lettera d’invito.

Visto di transito all’arrivo

Teoricamente esiste anche la possibilità di richiedere un visto di transito al vostro arrivo in Kazakistan, ma solo presso gli aereoporti di Almaty e Astana, NON ai valichi di frontiera terrestri. Dovrai compilare un modulo ed allegare una foto tessera provando che lascerai il paese entro la data prevista: biglietto aereo, ferroviario o il visto del paese successivo. ATTENZIONE: riguardo a questo visto sono presenti varie segnalazioni di problematiche causate spesso dalle autorità di polizia. Vi è quindi il rischio di rimanere bloccati in aereoporto. Come sempre, verifica con le autorità.

Visto all’arrivo

Per i cittadini il cui paese non ha rappresentanze diplomatiche del Kazakistan, sarebbe possibile ottenere un visto, della durata di un mese all’arrivo negli aereoporti di Almaty e Astana, NON ai confini terrestri o marittimi. In ogni caso è necessaria una lettera d’invito da richiedere con anticipo (solitamente viene indicato un mese), presso un’agenzia turistica abilitata. Questo visto non richiederebbe registrazione presso l’apposito ufficio di polizia (OVIR), vedi la successiva sezione dedicata alla registrazione.

L’ufficio dove richiedere questo visto è aperto in orario d’ufficio da lunedì a sabato. Se arrivi durante la chiusura dovrete aspettare, ma se tale attesa si prolunga per oltre mezz’ora rischi di essere fermato dalla polizia ed anche arrestati. Se invece l’ufficio è aperto dovrai mostrare la vostra lettera d’invito, pagare quanto dovuto e ritirare il visto. ATTENZIONE: controlla in numero di timbri sulla tua carta d’ingresso, come detto se sono due non dovrai registrarti ulteriormente.

La registrazione in Kazakistan

Premessa. su questo tema c’è stato il caos. In passato funzionava che una volta entrati in Kazakistan si riceveva una carta d’ingresso, se venivano apposti due timbri si era registrati, se invece ne veniva messo solo uno allora cominciava l’avventura. Dal 2020 le autorità kazake avrebbero abolito la registrazione per soggiorni fino a 30 giorni, verifica.

La carta d’ingresso va tenuta con te per tutta la durata del tuo soggiorno e dura tre mesi, tuttavia all’uscita dal Kazakistan le guardie di confine tendono a ritirarla, quindi in caso di nuovo ingresso dovrai riottenerla ex-novo. Nel caso in cui tu debba per qualche motivo registrarti, devi farlo presso gli uffici della polizia chiamati OVIR. Generalmente arrivando in aereo non si ha bisogno della registrazione, invece entrando nel paese via terra o mare si. Per motivi inspiegabili a volte vengono comunque messi due timbri, il che rendeva esenti.

Gli uffici dell’OVIR sono rumorosi, affollatti e confusionari, se non parli russo meglio andarci con un locale. Ti servirà una copia del passaporto, del visto kazako e l’indirizzo dell’hotel dove soggiorni. Se invece sei ospiti di una famiglia o hai un appartemento, NON fare da te ma affidati ad un agente di viaggio, il quale dipanerà una matassa che rischia di essere complicata. Una volta dati i documenti allo sportello corretto, di solito difficile da trovare, ti faranno compilare due moduli. Uno di questi verrà restituito timbrato e sarai invitato a tornare con il modulo timbrato, più tardi (vi diranno quando), per ritirare passaporto e registrazione. Il tempo necessario varia da 15 minuti a 2 giorni. Utile sapere che di fianco agli uffici dell’OVIR ci sono delle copisterie dove fare le apposite fotocopie.

Dal marzo 2013 semba possibile anche registrarsi online. Dovrete farvi aiutare da un cittadino kazako e comunque resta un servizio tutto da scoprire…

Alcune segnalazioni consigliavano di non registrarsi ad Astana oppure Oskemen (Ust-Kamenogorsk). In queste città sembra che gli OVIR rilascino registrazioni valide solo 10 giorni!

Nella capitale Almaty l’OVIR si trova al seguente indirizzo:

109A Karasai Batyr Street
(near Nikolsky Bazar)
Tel: (727)-263-54-62
Tel: (727)-254-41-45

Mentre qui puoi trovare alcuni alberghi abilitati alla registrazione.

Il visto kazako altrove

Se vuoi richiedere il visto kazako nel corso del tu viaggio verifica con  le autorità in quanto non sarebbe oggi possibile, in ogni caso ecco dove trovare gli indirizzi delle varie ambasciate kazake. Segnaliamo che quella khirghisa è aperta lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12. I visti vengono consegnati alle 18.30 dopo circa 2-4 giorni. Non esiste procedura espressa.

Ingresso in auto

E’ possibile viaggiare in Kazakistan con patente italiana ma è obbligatoria la copertura assicurativa PolizzaIngosstrakh (assicurazione di frontiera a breve termine) che può essere stipulata direttamente in frontiera.

Aggiornamento agosto 2022