Oppio e vendetta, i nazionalisti cinesi nel Triangolo d’oro

Nei pressi di Chiang Rai – Triangolo d’oro

Dove finiscono i vinti della Storia? Semplice, nel Triangolo d’oro! A parte le facili battute, resta il fatto che le luci della ribalta spettano ai vincitori, soprattutto se a vincere sono i comunisti in Cina, guidati da un leader la cui fama pochi personaggi storici hanno eguagliato. Il Kuomintang, ossia il parito dei nazionalisti cinesi, fu il grande sconfitto di quella guerra civile durata decenni, eccezion fatta per una tregua utile a combattere insieme l’invasore giapponese. Di quegli anni un museo molto interessante e con aspetti unici si trova a Tengchong, una bella cittadina cinese non lontana dal confine con la Birmania. Altro

La Mongolia, sempre più povera e lontana?

L’enorme statua di Gengis Khan – Tsonjin Boldog

Pochi paesi hanno il potere evocativo della Mongolia, chi l’ha visitata sa come questo paese sia caratterizzato da orizzonti infiniti, apparentemente senza fine. In Mongolia si può davvero ascoltare il vento e toccare con mano la natura in tutta la sua potenza, ma la Mongolia non è solo una cartolina o un video da mostrare agli amici, la Mongolia è anche un paese difficile, dove la parte di popolazione ancora nomade conduce una vita estenuante,  mentre nella capitale – di fatto l’unica vera città del paese – vive una classe media occidentale. Ma la Mongolia è anche un paese che rischia la crisi. Altro

A journey into Turkmenistan: the hidden madness of Central Asia

IMG_5665

Ashgabat – A view of the city centre

There are places surrounded by an aura of legend. Places calling to mind confused pictures when named, as if their existence was not real; one of these places is Turkmenistan. Speaking about Central Asia to mention this country is often a way to impress the interlocutor, but who travelled there knows Turkmenistan is really more than a catchy name: is a wonderful country where the contradictions of Central Asia blow up under the sun making the Karakum Desert red-hot. Wherever you go, in Turkmenistan you are pressed by the desert and the burocracy, nowadays a spoof of the past Soviet control. Here mankind and nature flaunt their excesses. Altro

Storie dall’Afghanistan, per caso e per amore

IMG_5817

Villaggio afghano visto dal Tagikistan

Esiste il destino? Non lo so, ma so che esiste l’Afghanistan. Uno di quei paesi spesso violentati dai mass media più ancora che dalla Storia. Ormai per molte persone, quelle che non hanno tempo o voglia di conoscere troppo il mondo in cui vivono, Afghanistan è sinonimo di Talebani (ancora oggi confusi con l’ISIS), guerra e donne infilate in un burqa. In realtà scavando tra i comodi, soprattutto per i giornalisti, stereotipi si scopre che questo paese è meraviglioso ed ha un passato importante ed affascinante,  diciamo che basta poco per innamorarsi dell’Afghanistan. Altro

Il futuro del potere: l’Asia Centrale ed il problema della successione

5730563311_2f3e5cec2e_b

Monumento all’ex-presidente Niyazov – Turkmenistan

Parafrasando Karl Marx, potremmo dire che oggi uno spettro si aggira per l’Asia Centrale: lo spettro della vecchiaia, quella dei suoi leader. Quattro delle cinque repubbliche centroasiatiche sono ormai alle prese con il problema della successione presidenziale, il più importante ruolo di potere. Un problema che mette a nudo alcuni dei limiti più grandi degli Stati nati dalla dissoluzione dell’Unione Sovietica, limiti non ancora risolti e portatori di incognite molto rilevanti. Capire chi prenderà il posto degli attuali leader è una questione non semplice, dove i fattori in gioco sono numerosi. Altro

A journey into Kyrgyzstan, highlands between tradition and modernity

IMG_5936

Alpine lake in Kyrgyzstan

Visiting Kyrgyzstan is a memorable experience. The most democratic country of Central Asia has many natural wonders to offer the visitors. Kyrgyzstan is inhabited by semi-nomadic populations, travelling throughout the country according to season, so they can use the best grasslands for their livestock. The old Kyrgyz customs can be seen everywhere in the country, but at the same time you can find the signs of the progress, especially in Bishkek, the capital city. Kyrgyzstan has several mountain chains forming a lot of charming valleys. The landscape diversity of the country is really huge; everyone can discover his Kyrgyzstan to love. Altro

La Mongolia Interna ed il deserto che spaventa la Cina

mongolia-831299_960_720

Deserto del Gobi

Inutile negarlo, a chi scrive questo blog i rapporti tra Cina e Mongolia piacciono molto. Storicamente il confine sino-mongolo è stato una striscia di terra molto movimentata, vero e proprio confine tra civiltà diverse che poi a ben vedere il significato della Grande Muraglia è proprio questo. La Mongolia Interna è una regione autonoma della Repubblica Popolare Cinese, la Mongolia Esterna era una provincia dell’impero Qing, grosso modo corrispondente all’odierna Mongolia, la Grande Mongolia invece è un’idea. Ancora oggi questa regione rischia di turbare i sonni di Pechino, andiamo a vedere perché. Altro

Mangiare in Iran, 10 piatti imperdibili!

food-in-iran

Una tavolata iraniana

A noi l’Iran piace e pure parecchio! Quello che ci rende felici è constatare come questo meraviglioso paese piaccia anche ai nostri lettori. Abbiamo già scritto, precisamente in questo articolo, sui motivi che secondo noi rendono importante visitare l’Iran, motivi che vanno ben oltre il semplice fatto turistico; ma in ogni caso oggi parliamo di cibo. Chi ci segue sa che non amiamo troppo i blog di viaggio e gli articoli fatti solo per omaggiare il Dio SEO, tuttavia il cibo è un ottimo modo per conoscere un paese, una volta tanto ecco un articolo da vero travelblogger! Altro

A journey in Kazakhstan, where everything can happen

IMG_6031

Kazakh Landscape

Kazakhstan is a Central Asian country we’ll heard about more and more in the future. Kazakhstan, venue for the next Expo scheduled for 2017, is the more developed country of Central Asia, accordingly the most expensive. Kazakhstan is also the ninth largest country on the earth; this allows the country to have really a lot of different natural and human environments to visit: lakes, rivers, steppe, forests and deserts, but also nomadic populations and a XXI century style capital. We cannot list everything Kazakhstan offers! Altro

Islam ed anarchia, binomio impossibile?

Hakim_Bey,_painted_portrait_DDC_3021

Murales dedicato ad Hakim Bey – Fonte immagine Wikicommons

“gli anarchici vestono di nero perché sono in lutto per la morte di Dio”

(Anonimo)

Questo non è un blog di viaggio, è un blog dove il viaggio è una componente importante per la comprensione della realtà circostante, delle sue mille trame e della sua complessità. A volte su queste pagine si materializzano riflessioni tra le più svariate, dalla coda in posta come spinta alla fuga verso l’estero, sino al panorama politico odierno. Trattando spesso di Asia Centrale, l’Islam è un tema ricorrente, un tema con il quale tutti siamo volenti o nolenti costretti a fare i conti, a meno che non ci si voglia rinchiudere dietro muri o fingere di non vedere. Ma cosa c’entra l’anarchia con tutto questo? Altro

Voci precedenti più vecchie

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita’. Non puo’ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai senso della legge num. 62 del 7/3/2001. Ogni opinione espressa su questo sito e’ il punto di vista dell’autore espresso secondo l’articolo 21 della costituzione italiana “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione”. Le mail con le quali inviate commenti verranno raccolte e trattate ai sensi dell’articolo 196/2003 sulla privacy. Le mail non verranno vendute a terzi.
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 224 follower