La Cina ed i suoi fiumi, alla scoperta dello Yangtze

Le Tre Gole – Fiume Yangtze

Nella Storia e nella cultura cinese i fiumi hanno una parte fondamentale. Solcata da oltre 5000 corsi d’acqua, la Cina ha nei suoi fiumi un fattore economico di primaria importanza ma anche una sfida da affrontare sin dai tempi più antichi. La civiltà cinese è nata lungo queste sponde e le cronache sono colme di inondazioni spesso disastrose. Si può dire che la gestione delle piene dei fiumi sia stata una delle prime attività attorno cui si è strutturata la società in Cina, arrivando sfociare nella leggenda come nel caso del mitico imperatore Yu, detto il grande, primo controllore delle acque. Altro

Annunci

La Via del tè e dei cavalli, tra Storia e marketing

La Via del tè

La Via del tè e dei cavalli

Quando si parla di antiche rotte commerciali il pensiero corre immediatamente alla Via della seta, eppure erano molte le strade su cui viaggiavano merci ed uomini. Una di queste era la Via del tè e dei cavalli, una rete di vie commerciali che dalle province cinesi dello Yunnan e del Sichuan giungeva a Lhasa, in Tibet, attraversando la catena montuosa dell’Hengduan. Il tè e le altre merci portate dai mabang, leggendari conduttori di cavalli di quello che è oggi il sudovest cinese, viaggiavano inoltre verso la Birmania, il Nepal e l’India, fino a giungere sulle coste del Mar Rosso. Altro

Cuore dell’Eurasia, una recensione

46564

Finalmente un libro sul Xinjiang pubblicato in Italia! Nonostante il nostro paese abbia avuto in passato orientalisti di assoluto primo livello, da qualche tempo l’Asia ed in particolare l’Asia Centrale sono spariti dal panorama culturale italiano. Fortunamente un libro recentemente pubblicato (2015) viene a colmare, anche grazie ad una ricchissima bibliografia, questa lacuna: stiamo parlando di Cuore dell’Eurasia, scritto da Alessandro Rippa e pubblicato da una casa editrice che si contraddistingue per la qualità del suo lavoro, la Mimesis Edizioni. Andiamo a sfogliare insieme questo interessante volume. Altro

Lo Yunnan: una terra di confine

17542364520_68b6428d1f_z

Tra Yunnan e Sichuan

Viaggiare in Cina non è semplice, le difficoltà a cui si va incontro sono molte, a partire da quelle linguistiche. Tuttavia un viaggio in Cina è altamente consigliato per superare un immaginario, spesso indotto, che non corrisponde alla realtà; un po’ come avevamo scritto tempo fa a proposito dell’Iran. Una delle zone cinesi più visitate è sicuramente lo Yunnan, una regione che ben racchiude molte tra le complessità della Cina, dove si possono trovare ambienti diversissimi e dove si possono anche ritrovare analogie con zone all’apparenza molto diverse e lontane, ad esempio la regione autonoma del Xinjiang. Altro

La Mongolia Interna ed il deserto che spaventa la Cina

mongolia-831299_960_720

Deserto del Gobi

Inutile negarlo, a chi scrive questo blog i rapporti tra Cina e Mongolia piacciono molto. Storicamente il confine sino-mongolo è stato una striscia di terra molto movimentata, vero e proprio confine tra civiltà diverse che poi a ben vedere il significato della Grande Muraglia è proprio questo. La Mongolia Interna è una regione autonoma della Repubblica Popolare Cinese, la Mongolia Esterna era una provincia dell’impero Qing, grosso modo corrispondente all’odierna Mongolia, la Grande Mongolia invece è un’idea. Ancora oggi questa regione rischia di turbare i sonni di Pechino, andiamo a vedere perché. Altro

Xinjiang, sulle orme dei demoni urlanti

18184900923_1df5f55104_z

Verso le grotte di Kizil

Inutile negarlo, su questo blog amiamo molto il Xinjiang, di cui abbiamo scritto a più riprese. Questa regione cinese unisce due mondi diversissimi, la Cina propriamente detta e l’Asia Centrale. Il Xinjiang è forse una delle regioni più evocative del mondo, sia per la sua Storia – di qui passava la Via della Seta – che per il suo essere incrocio di popoli e culture. Una regione non facile da viaggiare, ma che saprà regalare delle soprese infinite a tutti coloro che vorranno avventurarsi nella sua scoperta, sulle rotte delle antiche carovane e dei cercatori di tesori, una terra che vi entrerà direttamente nell’anima, facendola sua. Altro

La rivolta Taiping e l’ufficiale sardo

Capture_of_the_Taiping_leader_Lin_Feng-Xiang

La cattura del leader Taiping – Fonte Wikicommons

Una delle costanti della Storia della Cina è senza dubbio lo scoppio di rivolte contro l’ordine costituito. Chiunque si avvicini alla cultura ufficiale cinese noterà come questa sia impregnata del concetto di armonia, eppure le vicende storiche che hanno portato alla Cina di oggi non sono per nulla caratterizzate da uno sviluppo armonioso. Al contrario la Storia cinese è Storia di strappi e sommovimenti, dove una parte di primissimo piano spetta proprio alle rivolte, per lo più contadine o comunque degli strati popolari della società. Di particolare importanza fu quella Taiping (1851 – 1864). Altro

Flotta e diaspora, la Cina alla prova del mare

ChineseJunkKeying

Una giunca cinese del XIX sec. – Fonte Wikicommons

Recentemente i mezzi di informazione hanno forse sottovalutato uno notizia molto interessante proveniente dalla Cina, ossia che Pechino starebbe investendo sulla sua flotta dotandola di missili all’avanguardia e commissionando la fornitura di tre mezzi di ricognizione (auxiliary general intelligence ship) tra i più moderni. Si tratta di un’ulteriore conferma che la Cina ha intrapreso un nuovo ciclo storico nel rapporto col mare, un ciclo iniziato in concomitanza con il XXI secolo, quando la flotta cinese iniziò un processo di transizione verso l’operatività in acque non solo regionali, il che non è senza importanti implicazioni. Altro

Gli uighuri e la Nuova Via della Seta, identità e lotta al terrore

P1050783

Per le vie di Kashgar – Xinjiang (China)

Il popolo degli uighuri, di etnia turca e fede musulmana, sta sempre più attirando l’attenzione delle cronache asiatiche, soprattutto dopo essere stati messo in relazione all’attentato che lo scorso agosto ha provocato più di venti vittime nel cuore di Bangkok. Il legame tra gli uighuri ed il terrorismo islamico è da anni denunciato dalla Cina, paese di cui il Xinjiang, la regione abitata dagli uighuri, fa parte. Il Xinjiang è inoltre da tempo al centro di un enorme progetto economico, la Nuova Via della Seta, che pone di fatto il popolo uighuro di fronte alla scelta tra resistenza e integrazione, con possibili derive fondamentaliste. Altro

Nella mente del drago: la Cina, il passato e la visione del futuro

1801_Cary_Map_of_the_East_Indies_and_Southeast_Asia

Il rapporto con il passato è una questione spinosa, la memoria storica crea identità. Oggi sta accadendo una separazione del presente dal passato, si sta creando una visione del mondo senza radici che affondino nel passato rendendola solida. Ogni minimo dissenso assume un potenziale esplosivo e disgregante, rendendo necessario che tutti si conformino al pensiero dominante. Questi temi solo alcuni degli spunti forniti da un libro estremamente interessante, vale a dire A short History of China and Southeast Asia, scritto dallo specialista in materia Martin Stuart-Fox. Altro

Voci precedenti più vecchie

Flickr Photos