I vimana e gli ufo di Alessandro il Grande

Uno dei personaggi più importanti della Storia dell’Asia Centrale è sicuramente Alessandro Magno. Le sue spedizioni hanno attraversato imperi e culture diverse, attraversando gli odierni Iran ed Afghanistan, Uzbekistan e Tagikistan, fondando numerose città i cui resti sono ammirabili ancora oggi basti pensare a Merv, uno dei gioielli del Turkmenistan. Alessandro Magno ha creato un impero variegato dove varie culture si incrociavano, tentando di unire  quella greca e quella persiana, un multiculturalismo ben rappresentato dal suo matrimonio con Roxana,  principessa battriana. Altro

Annunci

NoTap, NoTav e la memoria come rivoluzione

Paesaggio con ulivi

In passato questo blog si è occupato molto di questioni energetiche, un tema ormai un po’ tralasciato per diversi motivi. C’è chi ne parla meglio e con maggior competenza, quindi meglio farsi da parte ed ascoltare chi lo merita, tuttavia impossibile non scrivere dell’arrivo del TAP in Italia, un gasdotto al quale abbiamo dedicato più di un articolo. I motivi di interesse sono molti, quelli su cui mi voglio concentrare sono legati in parte alle lotte di chi il TAP lo combatte usando una sigla che rimanda ad un’altro movimento molto famoso, discusso ed importante, il movimento NoTav della Val di Susa. Altro

Senza Codice: intervista ad Angelo Calianno, reporter viaggiatore

medellin

Medellin, Colombia – Foto di Angelo Calianno

Quella che pubblichiamo oggi è un’intervista ad un reporter viaggiatore, una persona che ha deciso di raccontare il mondo perché non gli piaceva come veniva raccontato dagli altri. Siamo molto felici di ospitare Angelo su questo blog, in quanto Farfalle e Trincee nelle sue mille anime è anche questo: un luogo che vuole dare voce a chi rifiuta di schierarsi passivamente dietro non importa quale invalicabile linea di comfort. Voci isolate difficili da udire, ma che hanno parole pesanti come macigni da affidare al vento. Oggi più che mai bisogna accettare lo sradicamento che ci permetta di trovare le radici dentro di noi, per restare saldi nella bufera in cui viviamo. Per queste ed altre ragioni siamo felici di ospitare Angelo e Senza Codice, il suo sito di informazione libera ed indipendente. Altro

Viaggiare, una pretesa che fa gola a molti

L’oggetto dei desideri

Il viaggio come scoperta, affrontando nuove rotte in terre sconosciute ed allargando la conoscenza umana. Tutto questo sembra appartenere ormai al passato, basta dare uno sguardo ai luoghi in rete dove molti viaggiatori si incontrano per poter toccare con mano un vero e proprio mutamento antropologico, favorito da internet e dalla globalizzazione che, sempre più, si rivela come la diffusione planetaria del peggio di ogni cultura. Anche il concetto stesso di viaggio oggi vive un limbo senza tempo e senza spazio, dove essere a New York, Mumbai o nelle giungle del Laos non cambia poi molto.

Altro

Buone vacanze da Farfalle e Trincee!

28433980125_043ec998d3_z

A zonzo per l’Uzbekistan

Arriva agosto, arrivano le vacanze che poi in realtà ormai le vacanze si fanno tutto l’anno. In ogni caso questo blog si ferma per tirare un po’ il fiato, dopo una stagione davvero impegnativa ed appagante. I successi in termini di pubblico sono stati eccezionali, i lettori sono aumentati anche a fronte di una riduzione delle pubblicazioni, i contenuti offerti sono cresciuti in modo esponenziale e i contatti via mail sono stati davvero numerosi. Chi segue Farfalle e Trincee da tempo sa come il blog abbia più volte variato “linea editoriale”, ora questa è più stabile anche a discapito di argomenti a cui si teneva molto. Altro

Alti muri e grandi muraglie, la paura del diverso ed i miti identitari

IMG_6486

Grande Muraglia – Nessun muro è per sempre

Niente da fare, su questo blog le questioni identitarie piacciono e parecchio. In fondo anche il viaggio, nella sua essenza più profonda, è una questione indentitaria visto che chi viaggia non è più quello che ha lasciato ma non è nemmeno quello che ha trovato. Il viaggio è un limbo, esattamente come è un limbo il periodo storico in cui viviamo, dove la mancanza di narrazioni rende incomprensibile il presente, non vedendo i profondissimi processi identitari in corso che il terrorismo, islamico o meno, ha solo estremamente velocizzato. Viviamo in un’epoca di confusione, rinchiudere e rinchiudersi diviene norma. Altro

Italiani in Cambogia, il lato oscuro del mondo expat

Cambodian_Reil

Il denaro, a volte vince su tutto

Normalmente, quando qualcuno dice di vivere all’estero nasce un po’ di invidia e si immagina una vita tra Indiana Jones e Robinson Crusoe, ricca di emozioni e lontana anni luce dal quotidiano fatto di casa, ufficio e sconti al centro commerciale. Eppure il mondo degli espatriati è un mondo a volte duro, dove le difficoltà vengono spesso taciute e dove le probabilità di avere successo sono appese ad un filo, soprattutto in Asia. Dopo aver scritto del nostro “incontro” con Avventure Nel Mondo, oggi vogliamo parlare di un’altra storia altamente significatitiva di quanto possa essere frustrante vivere all’estero. Altro

Islam ed anarchia, binomio impossibile?

Hakim_Bey,_painted_portrait_DDC_3021

Murales dedicato ad Hakim Bey – Fonte immagine Wikicommons

“gli anarchici vestono di nero perché sono in lutto per la morte di Dio”

(Anonimo)

Questo non è un blog di viaggio, è un blog dove il viaggio è una componente importante per la comprensione della realtà circostante, delle sue mille trame e della sua complessità. A volte su queste pagine si materializzano riflessioni tra le più svariate, dalla coda in posta come spinta alla fuga verso l’estero, sino al panorama politico odierno. Trattando spesso di Asia Centrale, l’Islam è un tema ricorrente, un tema con il quale tutti siamo volenti o nolenti costretti a fare i conti, a meno che non ci si voglia rinchiudere dietro muri o fingere di non vedere. Ma cosa c’entra l’anarchia con tutto questo? Altro

L’Italia: disunita e musulmana

MadridSkylitzesFol100vDetail

La conquista di Siracusa (878) – Fonte Wikicommons

Ultimamente sembra che i mezzi di informazione italiani abbiano scoperto l’Islam, con circa quattordici secoli di ritardo. Si tende infatti a confondere pericolasamente musulmani e immigrati, due categorie assolutamente diverse, avendo alle spalle una lunga storia la prima ed essendo abbastanza recente la seconda, inoltre l’essere immigrato è una condizione che ognuno spera più transitoria possibile, l’essere musulmano è esattamente l’opposto. L’Italia ha una lunga tradizione di rapporti con l’Islam, anche se la “fine della Storia” in cui viviamo lo dimentica in maniera interessata, ma basterebbe una carta geografica. Altro

In difesa della Storia, contro il fondamentalismo senza tempo

OrteliusWorldMap

Il mondo, questo sconosciuto

Quello che stupisce, delle reazioni agli attentati del fondamentalismo islamico, è l’incapacità di razionalizzare e tentare di capire cosa sia successo. Tutto ciò deriva dal fatto che le popolazioni occidentali sono state private del loro passato, della loro Storia, abituate ormai a vivere in un presente senza tempo, ma anche senza luogo, incapaci quindi di contestualizzare quanto avviene al di fuori della loro isola (sempre meno) felice. Si parla, spesso si blatera, di radici europee ma senza conocere la Storia queste radici sono solo slogan. La Storia è molto pericolosa, perché rende liberi di pensare. Altro

Voci precedenti più vecchie

Flickr Photos