Lingua e potere, la democrazia in Cina

1069233_357752844328440_1723213952_n

Come diceva qualcuno “le parole sono importanti”. La lingua, infatti, non è neutra, le sue mutazioni nel corso del tempo sono uno specchio delle mutazioni sociali, al variare della rappresentazione della realtà varia il modo in cui la si nomina. Il potere della parola sta proprio in questo, nel crearla definendola. Le righe che seguono erano state scritte per una pagina Facebook, creata sull’onda dell’entusiasmo, in cui si tentava di analizzare vari caratteri della lingua cinese, affascinantissima in tutte le sue componenti, anche le più minute. Quella pagina era https://www.facebook.com/uncacaratterealgiorno. In realtà dobbiamo dire è, in quanto esiste ancora, ma la mancanza di tempo è tiranna. Se qualcuno volesse dare una mano, se non addirittura sponsorizzare il progetto, è assolutamente il benvenuto. Mi scusino gli amici sinologi per le eventuali castronerie da dilettante.

Questo carattere ci permette di affontare un tema interessante quanto spinoso, ossia la componente ideologica nel tradurre in cinese le parole straniere.

Infatti si puo’ avere una traduzione che utilizzi caratteri in modo da rendere piu’ precisamente il significato della parola che si vuole tradurre (quindi prestito semantico). Ma questa forma di traduzione attribuendo nuovi significati a caratteri esistenti rischia di fare confusione riguardo al significato originario.
Per contro si puo’ avere una traduzione che invece cerchi di utilizzare caratteri in modo da rendere il suono originario della parola da tradurre, ma che rischia di apparire quasi come un corpo estraneo nella cultura cinese.

Prendiamo la parola democrazia, oggi tradotta in 民主 (mínzhǔ) letteralmente popolo-signore.
民 (mín) – popolo
主 (zhǔ) – signore
Il termine risulta cosi’ abbastanza ambiguo dato che orignariamente non significava governo del popolo ma indicava colui dal quale il popolo era guidato.
Ma andiamo a vedere come la parola democrazia era resa tra fine ottocento ed inizio novecento, ossia quando gli intellettuali cinesi erano piu’ propensi a vedere l’occidente e la cultura liberale come un modello: la traduzione era 德谟克拉西 (démókèlāxī)
德 (dé) virtu’
谟 (mó) pratica
克 (kè) essere capace
拉 (lā) spingere
西 (西) ovest
In questo caso seppur lontanamente abbiamo un richiamo al significato originario, per via dei caratteri usati nella traduzione, ma per avere del tutto chiaro l’esempio basti pensare alla gia’ vista (sulla pagina Facebook) parola 伊妹儿 (yīmèir)

Non e’ una caso che con la nascia della Repubblica Popolare molti prestiti fonetici vennero abbandonati, in quanto troppo riecheggianti la cultura occidentale. Una tendenza che tuttavia negli utlimi anni sembra essere soppiantata dal ritorno al prestito fonetico, segno di un avvicinamento culturale (al quale certo internet non e’ estraneo) all’occidente.

Ad esempio uno dei simboli dell’occidente: la parola coca-cola e’ correntemente tradotta con 可口可乐 (Kěkǒukělè) e, potenza del cinese, anche in questo caso c’e’ un lontanissimo rimando al significato originario
可(kě) potere
口 (kǒu) bocca
可(kě) potere di nuovo
乐 (lè) felice

Presumo questo sia uno dei vantaggi di una lingua dove esistono parole dallo stesso suono ma dal significato diverso, ossia che nel momento in cui si debba usare un suono per tradurre da un’altra lingua si possa anche scegliere tra vari significati che a quel suono sono collegati.

Segui, e sostieni, la pagina su Facebook.

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. scassandralverde
    Gen 22, 2015 @ 15:14:03

    Ahah, io la seguivo già e non sapevo mica ci fossi tu dietro =)
    Mi piacerebbe moltissimo partecipare (studio il cinese da sei anni) … e comunque 可口 (tutto insieme) vuol dire “saporito”, “gustoso”!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita’. Non puo’ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai senso della legge num. 62 del 7/3/2001. Ogni opinione espressa su questo sito e’ il punto di vista dell’autore espresso secondo l’articolo 21 della costituzione italiana “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione”. Le mail con le quali inviate commenti verranno raccolte e trattate ai sensi dell’articolo 196/2003 sulla privacy. Le mail non verranno vendute a terzi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: