Paese bellissimo e reduce da decenni di guerra, l’Afghanistan è spesso poco compreso dagli occidentali. L’assenza del turismo, nonostante fino al 2021 in media quasi ventimila stranieri hanno visitato il paese ogni anno, non ha certo aiutato a conoscere questa cultura complessa ed affascinante. Per l’Islam ogni viaggiatore ha lo status di un diplomatico che va protetto ad ogni costo, tuttavia i talebani tendono a non capire il senso del turismo il che rende un viaggio in Afghanistan pericoloso anche se non impossibile. Esistono infatti alcuni tour operator che organizzano, spesso non a prezzi economici, viaggi in questo paese.

La Storia afghana è una storia di conflitti, terra di connessione tra mondi diversi è stata nel tempo sia luogo di incontro che di scontro tra civiltà. Il popolo afghano è un fiero combattente ed un premuroso ospite, fabbricante di armi e creatore di giardini. Come spesso avviene in caso di conflitti, molta informazione tende a non essere obiettiva ed il caso dell’Afghanistan non fa eccezione: il rapporto tra talebani e ISIS, la coltivazione dell’oppio e la scolarizzazione femminile, tutti temi su cui si sentono dire cose molto diverse. Per questo andare alla scoperta del passato afghano può aiutare chi voglia farsi un’idea del suo presente.

Il ritorno di un re – William Dalrymple

1839, il primo incontro tra l’Afghanistan ed i colonizzatori europei, nella fattispecie inglesi, si conclude in una vera disfatta per gli invasori che persero quasi ventimila uomini. Utilizzando fonti non occidentali insieme a diari e lettere dei soldati inglesi, Darlymple racconta l’inizio del Grande Gioco dalla parte degli afghani illuminando una tragica vicenda che dice molto dei futuri rapporti tra Afghanistan ed Occidente. Un libro appassionante, che fa capire cosa significhi una guerra in Afghanistan. Acquistalo su Amazon

Massud. Il leone de Panshir – Michael Barry

Restando in tema di guerra, ma più vicina ai giorni nostri, non si può fare a meno di parlare del comandante Massud, vera leggenda afghana protagonista della resistenza ai sovietici prima ed ai talebani poi. Membro della minoranza tagika ed asserragliato nell’estremo nordest del paese, la vicenda di Massud permette di comprendere le dinamiche degli ultimi decenni afghani. Ucciso da una finta troupe di giornalisti Massud lottava per un Afghanistan unito, pur con qualche contraddizione. Acquistalo su Amazon

Viaggio all’Eden – Emanuele Giordana

Un libro tratto da un taccuino di viaggio, uno dei più grandi esperti di Afghanistan e la voglia di libertà di una generazione. Tutto questo non può che regalarci un’opera estremamente godibile, ambientata in un tempo in cui l’Afghanistan era in pace. L’autore racconta del viaggio, fatto da lui stesso, che portava giovani hippy e sognatori vari dall’Occidente sino alla lontana Kathmandu, a meno che non si prendesse invece la strada per Goa. Afghanistan significa anche questo. Acquistalo su Amazon

Le stelle di Kabul – Nadia Hashimi

Siamo ancora nel campo della narrativa, l’autrice è figlia di emigrati afghani a New York ed in questo romanzo racconta la storia di una bambina costretta a lasciare l’Afghanistan dopo il colpo di stato del 1978, un passato che ritroverà. Il 1978 è l’anno che segna l’inizio della guerra civile che porterà poi all’intervento sovietico, durato dieci anni e concluso con un’ennesima sconfitta per l’invasore. Nadia Hashimi ha esordito nel 2014 con il romanzo Due splendidi destini, elogiato da Khaled Hosseini. Acquistalo su Amazon

Kaboul 1773-1948 – May Schinasi

Infine un libro scritto in francese da una donna straordinaria che arrivata in Afghanistan a 19 anni se ne innamora, restandoci vent’anni.  May Schinasi si innamorò anche di un italiano ed il patrimonio fotografico della coppia è un vero tesoro. In questo libro si ripercorrono le tappe di una città che nel tempo è cambiata moltissimo e continua a farlo ancora oggi. La pioggia di aiuti internazionali si è infatti trasformata anche in palazzi che hanno preso il posto delle vecchie abitazioni. Acquistalo su Amazon

Questi sono solo alcuni libri che parlano di Afghanistan, puoi trovarne altri nella bibliografia del blog su questa pagina. In ogni caso l’Afghanistan è un paese che merita davvero un’attenzione diversa da quella che le è stata riservata sinora. Con la presa del potere dei talebani la guerra è finita, vedremo per quanto.

Fonte immagine di copertina: IFAA Afghanistan