Una mattina all’alba in una delle zone più sperdute della Cambogia, uno dei pochi posti dove l’unico ATM accetta solo la carta di credito e non il bancomat. Siamo a Sen Moronom, capitale della provincia cambogiana del Mondulkiri, un tempo sperduta tra le foreste oggi sperduta e basta. La zona subisce infatti una fortissima deforestazione dovuta all’industria del legname. Addirittura Sen Moronom è ora unita a Banlung, capitale del Ratanakiri, da una strada che si snoda dove prima era un sentiero passante per la foresta che i più ardimentosi percorrevano in moto. Questo cane sembra comunicarmi qualcosa, forse un messaggio soprannaturale, diventando il centro di tutto l’esistente mentre la realtà intorno evapora. Una mattina all’alba mi sono svegliato e l’ho trovato lì, che mi fissava come a chiedermi dove stessi andando, in che direzione andasse la mia vita. Anche questo è viaggiare.

Altre foto da Sen Moronom su Flickr.

 

Annunci