La foto della domenica

IMG_6304

Ulan Bator, cerimonia per le vittime delle persecuzioni politiche

Nella capitale Mongola esiste un museo per le vittime della persecuzione politica, si trova in quella che fu la casa di Peljidiin Genden, primo ministro della Mongolia messo a morte dai sovietici nel 1937 quando si rifiutò di attuare un programma di “purghe” nel paese un mongolo. Schiacciata tra Cina ed URSS la Mongolia ha sempre dovuto barcamenarsi tra queste due grandi potenze. Durante il regime della Repubblica Popolare Mongola (1924 – 1992) vennero uccisi migliaia di monaci buddhisti e vennero distrutti moltissimi monasteri, tra cui il più famoso è quello di Ongiin Khiid. La religione buddhista, di stampo tibetano, è tornata oggi ad essere uno dei pilastri della cultura mongola.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita’. Non puo’ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai senso della legge num. 62 del 7/3/2001. Ogni opinione espressa su questo sito e’ il punto di vista dell’autore espresso secondo l’articolo 21 della costituzione italiana “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione”. Le mail con le quali inviate commenti verranno raccolte e trattate ai sensi dell’articolo 196/2003 sulla privacy. Le mail non verranno vendute a terzi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: