Ed eccoci di ritorno dalle foreste della Cambogia, dai deserti del Xinjiang, da una cosmopolita Shanghai e da molti altri luoghi che un pò alla volta compariranno sulle pagine del blog. Quattro mesi ed una settimana ricchi di spunti, riflessioni e paesaggi bellissimi, un viaggio difficile con poche soste che potrete conoscere continuando a seguire Farfalle e trincee, anzi colgo l’occasione e vi ringrazio per la pazienza con la quale avete atteso. Tutto questo non può che incoraggiare ad andare avanti, a dedicare tempo alla scrittura, a voler fare un blog sempre migliore, nella convinzione che la trasmissione del sapere è un’arma fondamentale per resistere nel mondo di oggi, sempre più ostico.

Sugli autobus della Cina o le barche del Laos il pensiero è andato spesso a questo blog, ed al suo ruolo nella vita di ogni giorno di chi lo gestisce, chiedendosi se fosse il caso di continuare, arrivando a delle conclusioni che influenzeranno molto il futuro delle pagine che state leggendo. Non ci possiamo permettere di avere un blog come hobby a tempo pieno, e soprattutto averne uno amatoriale date le purtroppo pressanti esigenze quotidiane, e non abbiamo interesse ad avere un blog autocelebrativo, tanto più che esistono blog specializzati, e stipendiati, che trattano singoli temi in materia più puntuale ed approfondita. Quindi?

Quindi le direzioni verso cui sostanzialmente ci muoveremo sono due. La prima sarà il tentativo di avere un blog più bello, più attraente e più facile da consultare. I prossimi giorni saranno quindi giorni di prove e cambiamenti, abbiate pazienza prometto di arrivare ad una forma definitiva in tempi più brevi della realizzazione della Salerno-Reggio Calabria. La seconda direzione sarà invece più legata ai contenuti, con cambiamenti anche sostanziali e con grandi obiettivi che si spera di raggiungere. Alcuni temi verranno messi un po’ in secondo piano, consapevoli che ci sono siti e persone che ne parlano meglio e con maggiore competenza, mentre ne compariranno di nuovi, soprattutto legati ai viaggi. Durante questi mesi abbiamo visto troppi turisti comportarsi in maniera a tratti imbarazzante, senza curarsi minimamente di ciò che li circondava. Questo turismo che agisce sempre allo stesso modo a Phnom Penh come a Chiang Mai, espressione di un mondo mal globalizzato, non ci piace. Da qui la volontà di unire viaggio e consapevolezza, permettendo a turisti futuri di poter partire un po’ più consci della realtà che andranno a raggiungere.

Un blog più commerciale? Si, se commerciale significa ricerca di introiti economici che aiutino a sopravvivere. Senza soldi non si va avanti, e spesso chi lo nega ha i suoi fondi neri. Noi siamo onesti, quindi sempre mantenendo un equilibrio le pagine di Farfalle e trincee vedranno la comparsa della pubblicità (poca) e la ricerca di partner inerenti ai temi ed allo spirito del blog. Per riuscire a realizzare questo progetto servono energie, e quindi se qualcuno vuole collaborare, anche solo scrivendo una sua esperienza di viaggio, la porta è assolutamente aperta. In particolare siamo alla ricerca di persone che curino la parte strutturale del blog (una sorta di mini webmaster) e di chiunque voglia scrivere nuovi articoli in inglese oppure tradurre pezzi già esistenti.

In ogni caso siamo di nuovo qui, pronti a fare ancora tanta strada insieme a voi. Aperti a suggerimenti e critiche ma con sempre più chiaro in mente cosa si vuole, consapevoli del mondo in cui si vive.

Bentornati su Farfalle e trincee!

Fonte immagine http://eldi.it/files/2012/05/VOGLIO-UN-MONDO.jpg

Annunci