Il TAPI e la volonta’ di potenza indiana

La recente firma dell’accordo per realizzazione della Trans Afghanistan Pipeline segna per l’India un passo geopoliticamente decisivo ed un impegno non da poco. Nel progetto e’ infatti presente anche il Pakistan, nemico storico ed eterno vincolo nelle relazioni estere indiane. Vincolo perche’ spesso il ruolo dell’india sulla scena internazionale si trova frenato dall’ostilita’ veso il paese vicino. L’India dovra’ infatti essere in grado di trovare forme di collaborazione senza ripetere quanto avvenuto con il gasdotto IPI, allorche’ dopo un’iniziale partecipazione si ritiro’ dal consorzio abbandonando Iran e, appunto, Pakistan.

Altro elemento interessante relativo alla partecipazione indiana a TAPI e’ la sponsorizzazione americana del gasdotto. Una delle caratteristiche della politica estera indiana e’ l’essere legata a Stati in competizione tra loro. L’India infatti ha relazioni amichevoli sia con Israele che con la Repubblica Islamica dell’Iran, ha forti legami con gli Stati Uniti e partecipa alla SCO (Shanghai Cooperation Organisation) con Russia e Cina. Il sub-continente indiano quindi potrebbe quindi giocare un importante aspetto di mediazione tra diverse realta’ geopolitiche.

Ma qui entriamo nel gia’ visto; basti ripensare all’India come leader dello schieramento dei paesi non allineati. Una politica estera che si poneva come equidistante dai “blocchi” ma che nei fatti era sbilanciata verso Mosca. E’ lo stesso avviene oggi con un India che alterna rivalita’ e cooperazione con i propri partners. Il caso piu’ eclatante sono i rapporti con gli USA, deterioratisi durante la guerra afghana per l’alleanza statunitense con il Pakistan nonostante l’importante sostegno, economico e logistico, che l’India offriva all’alleanza del nord. Abbiamo poi detto della SCO dove l’India coopera con il rivale storico cinese e l’altrettanto storico alleato. Il rapporto da tenere con la Cina e’ oggetto di accese discussioni nell’arena politica indiana ma resta comunque un fatto che tale paese e’ il secondo partner commerciale dell’India dopo gli Stati Uniti…

L’India sta dunque cercando un suo percorso, ed in tale ottica va letto l’”interventismo” indiano in Asia Centrale, compreso il possesso di una base militare in Tagikistan. La presenza indiana in tale settore mette il colosso indiano direttamente a confronto sia con la Russia, che non fa mistero del voler rientrare in “possesso” della regione, che con la Cina, verso la quale il sud-est asiatico sembra sempre piu’ orientato.

Tornando al TAPI sembra quindi evidente come l’assetto geopolitico della regione sia in divenire e come il lo sviluppo delle vicende afghane possa pesantemenre condizionare gli assetti futuri dell’area. In tutto cio’ l’India si trova come sempre ad essere una potenza regionale, schiacciata tra vicini troppo forti e politiche contradditorie troppo legate a chi deteniere il potere a New Delhi.

E anche l’India si trova a fare i conti cone il “grande gioco”…

http://www.eurasia-rivista.org/il-ruolo-dellindia-in-asia/12644/
http://www.difesa.it/Pubblicistica/info-difesa/Infodifesa140/Documents/Geopolitica_del_III_Millennio__394dellIndia.pdf

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita’. Non puo’ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai senso della legge num. 62 del 7/3/2001. Ogni opinione espressa su questo sito e’ il punto di vista dell’autore espresso secondo l’articolo 21 della costituzione italiana “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione”. Le mail con le quali inviate commenti verranno raccolte e trattate ai sensi dell’articolo 196/2003 sulla privacy. Le mail non verranno vendute a terzi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: